Plymouth e la sua storia

Ho camminato per chilometri anche qui, incredibile, ho preso come al solito il treno da Boston, questa volta diretto a sud,  armato della macchina foto ed una volta arrivato alla stazione di Plymouth nel Massachusetts non c’era una sola indicazione su come raggiungere il luogo principale di interesse, una fermata del bus, dei cartelli, qualcuno a cui chiedere dove fosse Plymouth Rock.

Se vi state chiedendo cosa ci facessi a Plymouth, la risposta è semplice, ero alla ricerca della nascita degli USA, i primi coloni inglesi infatti scesero proprio questa costa, illudendosi di lasciare il vecchio mondo ed i suoi problemi e di avere una nuova chance.

Foto gallery: immagini di Plymouth e della sua storia

Nato in un mondo dove oramai tutto è stato scoperto e dove non ci sono più posti per rifugiarsi davvero invidio questa gente che ha avuto la possibilità di andarsene e di cercarsi un altro posto, un altra vita.

In realtà anche le migliori intenzioni devono pagare dazio all’animo umano, e la storia è proseguita non certo vedendo la creazione di un nuovo eden.
Come prima cosa ricordiamo che all’arrivo dei padri pellegrini, Plymouth non era un territorio di nessuno ma un villaggio di 2.000 nativi americani Wampanoag.

La Mayflower attraccò qui l’11 novembre 1620, era diretta in Virginia ma di fatto giunse in New England, forse un errore, forse il maltempo, in ogni caso giunti a destinazione i coloni cominciarono a esplorare l’area di Capo Cod.

Plymouth affrontò un inverno durissimo, a causa della scarsità di cibo e ripari, molti coloni morirono.
L’aiuto degli indiani, esperti conoscitori della zona, fu fondamentale per superare i primi due anni ed iniziare a coltivare il terreno.
Nel 1621 per ringraziare di un raccolto particolarmente abbondante, i padri pellegrini decisero di fare una grande festa insieme alle tribù indiane, nasceva l’importante ricorrenza del Giorno del Ringraziamento.

In un decennio morì tra il 90 e il 95% degli abitanti Wampanoag ed i campi di grano furono quindi occupati dai padri pellegrini, una strage probabilmente involontaria, colpa di nessuno, ma un risultato comunque ottenuto: l’inizio della fine del nuovo mondo.

Plymouth ha svolto un ruolo importante nella storia coloniale americana, oltre ad essere il sito dello sbarco del Mayflower fu anche al centro della colonia di anglicani separatisti inglesi che si erano staccati dalla Chiesa di Inghilterra credendo che la Chiesa non avesse compiuto sino in fondo la riforma protestante.

Tradizionalmente viene raccontato che i primi pellegrini misero piede in America proprio nel sito di Plymouth Rock, anche se nessuna prova storica è in grado di dimostrare questa affermazione, in ogni caso è stata davvero una buona soluzione per creare da zero un attrazione turistica.

Il sito storico in se non vale il viaggio, ma la passeggia lungo la spiaggia è stata rilassante, davvero un bel giro, alcune fotografie, poi finalmente sono arrivato a Plymouth Rock che ovviamente mi ha deluso in quanto tutto è stato ricostruito e nulla è originale.
Case, oggetti, la replica del Mayflower, delle abitazioni dei padri pellegrini, tutto assolutamente finto e messo lì ad arte, per noi europei è semplicemente privo di qualunque interesse.

Il lieto fine della giornata è stato che dopo aver perso il bus un ragazzo mi ha dato un passaggio fino alla stazione ferroviaria, giusto in tempo, è decisamente difficile visitare gli Stati Uniti senza auto, la prossima volta ne affitterò una sicuramente.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin twitter pinterest flickr 500px

Condividi queste immagini

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

    Potrebbero interessarti anche queste foto...

    • Spiagge di BostonSpiagge di Boston Approfittando della bella giornata mi sono diretto nuovamente verso l'oceano, lunga la […]
    • Portland e i suoi fariPortland e i suoi fari Questa volta da Boston direzione nord, ho trovato un treno diretto a Portland, pronto […]
    • Gloucester e le sue vittimeGloucester e le sue vittime I miei ultimi giorni a Boston sono stati abbastanza strani, il tempo è stato terribile, […]
    • Salem e i suoi fantasmiSalem e i suoi fantasmi Ero a Salem in una giornata di terribile pioggia, non certo ideale per scattare delle […]
    • Balene in BostonBalene in Boston Tra le varie cose che è possibile fare in Boston ero a conoscenza delle escursioni in […]
    • Granary Burying Ground in BostonGranary Burying Ground in Boston Scoprendo Boston mi sono imbattuto in un posto davvero particolare che ha subito […]