Un volo a Firenze

In occasione di un convegno ho approfittato per prendermi alcuni giorni di riposo per visitare e fare delle foto a Firenze, città in cui non ero ancora mai stato.
Il posto devo dire mi ha davvero entusiasmato, da rimanere senza fiato, veramente con la bocca aperta.

Avevo ovviamente idea del Rinascimento Italiano ma non mi ero mai accorto davvero della sua bellezza e della sua portata storica sinché non ho visitato quella che di fatto è la sua capitale.
Dovunque ti giri è un tripudio di bellezza e di persone con il telefonino in mano pronte a scattare foto di questa sorta di museo a cielo aperto che è Firenze.

Foto gallery: immagini di Firenze

Una città di cui non ci si può che innamorare, che merita davvero una permanenza di diverse settimane per poterla apprezzare e per vedere almeno una parte di tutto quello che ha da offrire.

Firenze è in pratica è visitabile a piedi ed è davvero rimasta a formato umano e non solo per auto, questo merita sicuramente sottolinearlo in quanto altre realtà simili in Itala non hanno saputo mantenersi in tali condizioni e conservare la loro bellezza passata.

Mi sono recato a Roma solo un paio di volte ma non ha nulla a che vedere con Firenze, si tratta di una capitale con tutti i problemi dell’esserlo, come la sporcizia, l’inquinamento ed il caos urbano. Firenze è diversa, una sorta di salotto bene d’Italia, forse anche troppo perfetta.

Ho cercato di fare foto a Firenze inusuali, punti di vista personali in una delle città più fotografate al mondo, chiaramente si trattava dell’unica scelta possibile, ma davanti al Davide non ho potuto trattenermi dal realizzare anche il mio scatto uno dei tanti tra i milioni probabilmente online.

La storia della città abbraccia oltre duemila anni, nel 150 a.C. gli Etruschi la chiamarono Florentia cioè pianura “fertile”, ai tempi dell’imperatore Adriano fu collegata a Roma dalla via Cassia, sotto Diocleziano fu innalzata capitale dell’Etruria e dell’Umbria per poi passare attraverso periodi di dominazione bizantina, ostrogota, longobarda durante i quali la popolazione scese talvolta a poche migliaia di persone.

A partire dal X secolo la città si sviluppò e dal 1115 si rese Comune autonomo.

Nel XIII secolo fu divisa dalla lotta intestina tra i Ghibellini, sostenitori dell’imperatore del Sacro Romano Impero, e i Guelfi, a favore del Papato romano.
La conflittualità politica interna non impedì alla città di svilupparsi fino a diventare una delle più potenti, prospere in Europa, una popolazione stimata di 80000 persone prima della peste nera. A partire dal 1437 e per diversi secoli, la famiglia Medici radunò a corte i migliori artisti, letterati, umanisti e filosofi del tempo.

Firenze è conosciuta sopratutto come la culla del Rinascimento: la città è ovunque caratterizzata da quello straordinario sviluppo letterario, artistico e scientifico che ebbe luogo nel XIV-XVI secolo. Firenze, beneficiò di questo grande cambiamento sociale costituendo uno dei più importanti centri di rinascita della cultura mondiale dell’epoca.

La fine della dinastia dei Medici portò all’inclusione della Toscana nei territori della sfera d’influenza asburgica. Il regno della dinastia austriaca fu annesso al Regno di Sardegna nel 1859 tramite plebiscito poco prima di diventare Regno d’Italia nel 1861.

Durante la seconda guerra mondiale la città fu occupata per un anno dai tedeschi ma le truppe dell’esercito neozelandese che liberavano la Toscana nel 1944 costrinsero  il nemico a ritirarsi.

La differenza con Torino è davvero notevole, sono rimasto un’ intera settimana e fatto chilometri e chilometri a piedi visitando una parte dei musei ma tornerei immediatamente ad immergermi in questo fascino davvero unico al mondo.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin twitter pinterest flickr 500px

Condividi queste immagini

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

  • Sembrano delle cartoline. Non c’è bisogno di commenti, le foto che hai fatto parlano da sole.

Potrebbero interessarti anche queste foto...