Piazza Ducale a Vigevano

Ecco un’altra bellissima escursione alla scoperta di capolavori quasi dietro l’angolo, una mattina di sole, direzione Lombardia per visitare e scattare delle foto a Vigevano.

La Piazza Ducale è stata davvero una scoperta che non mi aspettavo, davvero di una magnificenza unica, raffinata ed elegante come poche.

Un ricordo di antichi splendori e c’era davvero da perdersi ad ammirare gli affreschi lungo tutta la piazza, per non parlare delle decorazioni del selciato.

Foto gallery: immagini di Piazza Ducale a Vigevano

Ho usato in questa occasione, con grande soddisfazione, il nuovo teleobiettivo 400 mm per poter cogliere i particolari degli affreschi della Piazza Ducale di Vigevano e fare foto anche a notevole distanza.

La luce non mancava di certo, la giornata era splendida, quindi un ottica non certo luminosa come un teleobiettivo 400 mm zoom  non mi preoccupava.

Era di fatto la seconda volta che lo usavo e sono nuovamente rimasto sorpreso della nitidezza ottenuta, vale la pena  caricarsi del peso, basta pianificare le cose.

Nel caso di foto di reportage o di viaggio immagino diventi difficile portarsi dietro un tale ingombro ma in questo caso a Vigevano ero nella situazione ideale, ho passato alcune ore a girare per il centro storico immaginandone le vicissitudini del passato sfarzoso.

L’abitato di Vigevano risiede in una posizione strategica ai margini della valle del Ticino, nei pressi di un importante guado sul fiume ma gli albori della sua storia sono di fatto confusi.

Sembra che le origini di Vigevano siano Longobarde e sembrano risalire al 900, forse anche prima, ma fu solo nel corso del XII secolo che il borgo venne fortificato e che conquistò ampie autonomie amministrative.

Era quindi una cittadina importante già nel medioevo ma fu nel Rinascimento che acquisto lo splendore che stavo ammirando ancora oggi.

Tra il XIV ed il XV secolo, con l’avvento delle signorie, dei Visconti e degli Sforza le condizioni migliorarono immensamente, è  durante il periodo visconteo-sforzesco infatti che Vigevano raggiunge il suo periodo di massimo splendore sia come residenza ducale sia come centro commerciale per la lavorazione dei panni di lana e di lino.

Nel 1500 per Vigevano si chiude il periodo aureo del rinnovamento urbanistico che la plasmata e adornata con tali meraviglie architettoniche; seguirono anni di difficoltà con numerose guerre e diverse occupazioni straniere in quanto si trattava pur sempre di un punto geograficamente strategico.

Nel 1745 la città entrò infine a far parte del Regno di Sardegna e sotto il dominio sabaudo l’industria ed il commercio rifiorirono, nel 1789 la città diviene capoluogo della “Provincia Vigevanasca”.
Dopo la parentesi della dominazione napoleonica nel 1814 la città torna infine ai Savoia ed in seguito al Regno d’Italia.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin twitter pinterest flickr 500px

Condividi queste immagini

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

    Potrebbero interessarti anche queste foto...