Nevicata a Torino

Nel 2010 abbiamo avuto davvero un buon inverno a Torino con un sacco di pioggia ed un poco di neve a cui ho voluto immediatamente fare delle foto, non molta, nulla che possa fermare la vita della città.

Gli anziani dicevano che è facile trovare la miseria sotto l’acqua, ma il pane si trova sotto la neve che protegge il grano dal gelo, parole davvero sagge.

Foto gallery: immagini di Torino sotto la neve

Purtroppo il clima cambia e le nevicate in questi ultimi anni a Torino sono sempre più rare,  ricordo invece benissimo che quand’ero ragazzino ogni anno almeno una nevicata decente in città la faceva, inutile nasconderselo, gli inverni erano decisamente più rigidi.

Così mi sono alzato in fretta, ho infilato la macchina foto dentro un bel sacchetto di plastica per proteggerla e mi sono diretto al Parco del Valentino per scattare alcune foto di Torino sotto la neve.
Quello che mi colpiva era la luce diffusa, i forti contrasti, e lavorare mentre ancora nevicava non è stato affatto facile, tutto si è risolto in alcune ore.

Quando sono arrivato la neve stava ancora cadendo, era un problema non bagnare la Canon 450D, le forme scure degli alberi immerse nel bianco della neve hanno attratto la mia attenzione sino a quando una figura arancione è arrivata.

Una macchia arancione nel bianco, uno spunto incredibile da inseguire e fotografare immediatamente prima che sparisse.

Sovente è la foto che trova te, non il contrario, forse ci si illude solamente di andare a caccia e di scovare l’immagine giusta, le foto più belle in realtà sovente compaiono da sole, come per magia, mentre meno te lo aspetti.

Si tratta di un equilibrio costante tra immagini che segui e le occasioni che arrivano, niente di più niente di meno. Quello che va fatto è allenare l’occhio a tutto questo, per non lasciarsi sfuggire le possibilità che si presentano.

Ed eccola lì, l’immagine dell’ombrello arancione immersa nel bianco, i cambiamenti nella luce, le forme nascoste delle cose coperte dal mantello bianco.
L’arancio mi aveva trovato, si trattava di una ragazza che stava anche lei fotografando lo spettacolo della neve con un telefonino, pochi secondi ed è sparita.
Questa è la magia della fotografia, attimi unici ed irripetibili.

Tornato a casa ecco il mio gatto a guardare i fiocchi di neve dalla finestra, anche lui stupito e curioso.
Solo una questione di poche ore, solo una bella mattina, qualche foto, e tutto era finito.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin twitter pinterest flickr 500px

Condividi queste immagini

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

  • Anche io trovo molto bello l’effetto a contrasto creato dall’arancione dell’ombrello.

  • Trovo una bella immagine il contrasto tra l’inverno gelido a colori freddi e l’ombrello arancione con colori caldi.
    Avrei giocato di più su questo, ma ottime foto

  • Bel lavoro nel suo complesso, con immagini ben realizzate ok.png

    Unica cosa, trattandosi di reportage, forse avrei insistito un pò di più sulla presenza, sul ruolo umano nella nevicata….

    Un saluto
    Francesco

  • ciao,
    molto bello l’intero lavoro, complimenti. Mi piace molto l’idea dell’ombrello colorato nella #4 e #6 , davvero d’effetto lo stacco con il resto quasi b&w (forse sarebbe stato ancora più incisivo se inserito in una foto con alberi senza foglie, non ci sarebbe stato il marrone a disturbare un po’). La posizione “danzante” delle gambe nella #6 me la fa preferire.
    Saluti

    • Grazie del commento!

      Si in effetti la foto potrebbe essere facilmente trasformata in BW mantenendo l’ombrello arancione, ma quelle foglie davano un tocco di realismo.

Leggi tutti i commenti

Potrebbero interessarti anche queste foto...