Pavia

Siamo partiti all’alba, direzione Pavia, in cerca di qualcosa di nuovo per fare delle foto, di una antica città medioevale da fotografare, così diversa dalla barocca Torino alle cui immagini  l’occhio si è abituato negli anni.

La scelta questa volta è caduta su un capoluogo di una provincia italiana molto fertile e conosciuta per i prodotti agricoli compresi vino, riso, cereali e formaggi.

La giornata si è rivelata immediatamente proficua regalandomi al mattino delle bellissime immagini di alberi nella nebbia foto scattate proprio lungo la strada per Pavia.

Foto gallery: immagini di Pavia e non solo

Una volta arrivati in zona abbiamo ovviamente visitato la Certosa di Pavia ed il Castello dei Visconti, due mete imperdibili, ma oltre a questo Pavia ha davvero molto altro da offrire, dalle bellissime torri del centro all’antica università, per non parlare del meraviglioso ed unico Ponte Coperto.

La giornata è stata piena di luce, davvero un bel tempo, e mi sono sbizzarrito a scattare foto a Pavia sia usando lo zoom che il grandangolo, mi ero portato tutta l’attrezzatura.

L’unica cosa che come sempre manca e non puoi infilare nello zaino è il tempo, ed una giornata sola è davvero troppo poco per questa città, sopratutto se ci si vuole ritagliare qualche ora da dedicare anche alla fotografia.

La storia di Pavia è davvero notevole, anche se si tratta di una località fuori dai normali giri turistici vale davvero la pena visitarla, risale infatti all’epoca pre-romana ed è stata un comune ed un importante sito militare sotto l’Impero Romano.

Nel 476 Odoacre sconfisse Flavio Oreste, dopo un lungo assedio. Per punire la città che aveva aiutato il rivale Odoacre la distrusse completamente. Tuttavia, Oreste, riuscì a fuggire a Piacenza, dove Odoacre lo inseguì e lo uccise.

Perché vi racconto questo? Perché non parlo solo delle immagini e delle foto scattate Pavia?
Perché tali fatti vengono comunemente considerati la fine dell’Impero Romano d’Occidente, è impossible ignorare la portata della sua storia.

Sotto i Goti Pavia divenne una cittadella fortificata, ma fu comunque conquistata dai Longobardi divenendo la capitale del loro regno, Pavia rimase la capitale del Regno Italiano ed il centro di incoronazioni reali fino alla diminuzione del potere imperiale nel dodicesimo secolo.

Nel 1004 Enrico II del Sacro Romano Impero soppresse nel sangue una rivolta dei cittadini di Pavia che contestavano la sua incoronazione recente come Re d’Italia.

Pavia combatté contro il dominio di Milano, infine cedette alla famiglia Visconti, signori di quella città dal 1359.

Sotto i Visconti la città divenne un centro intellettuale ed artistico, essendo sede dal 1361 dell’Università degli Studi di Pavia fondata intorno al nucleo della vecchia scuola di diritto, che attirava studenti provenienti da molti paesi.

La battaglia di Pavia nel 1525 segnò una svolta nelle fortune della città, poiché da quel momento, vi fu la scissione tra i sostenitori del Papa e quelli dell’ Imperatore.
Nel 1815 la città passò sotto l’amministrazione austriaca fino alla Seconda Guerra d’Indipendenza Italiana nel 1859.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin twitter pinterest flickr 500px

Condividi queste immagini

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

  • Mi piacerebbe molto l’allure della prima se non fosse rovinata dal watermark, assolutamente troppo invadente, (peraltro inutile – prova ad intentare una causa a qualcuno che utilizza una tua foto di un paesaggio, se invece è una forma pubblicitaria … boh …).

    Anche alcune delle altre le troverei interessanti, ma sono violentate – e violentato me che le guardo – da quella scritta così incombente. Farla più piccola e armonizzata al contesto ?

    Ciao

  • Trovo questi tuoi scatti tutti ben gestiti sotto il profilo delle luci e dei cromatismi generali,non so se sono io ma li vedo piu o meno tutti un pochinino pendenti.

    Della prima (parere strettamente personale) avrei tenuto un inquadratura piu bassa e magari piu da vicino (vista la nebbia ed il tema da te scelto),in modo da far vedere solo gli alberi e la nebbia,dando cosi un aria……. come se si dovesse andare a scoprire la roccaforte medievale dietro la fitta boscaglia,non so se mi spiego;la seconda foto apre la scena alla città che è proprio sopra di noi…..

    Mi piace il clonnato facendo ammirare tutto il bello spazio verde all’interno delle mura trasmettendo un senso di pace e silenzio.

    ciao Adriano

  • Molto bello l’effetto che hai dato alle prime due foto

    • Beh madre natura ha fatto il 90% del lavoro! In pochi minuti la nebbia si è alzata e tutto è sparito! Ma grazie alla mia 450 rimane qui per sempre… per questo adoro le foto!

  • Molto interessante l’ultima foto

Leggi tutti i commenti

Potrebbero interessarti anche queste foto...

  • Piazza Ducale a VigevanoPiazza Ducale a Vigevano Ecco un'altra bellissima escursione alla scoperta di capolavori quasi dietro l'angolo, […]
  • Nevicata a TorinoNevicata a Torino Nel 2010 abbiamo avuto davvero un buon inverno a Torino con un sacco di pioggia ed un […]
  • Rocca de BaldiRocca de Baldi Una ennesima escursione in giornata, questa volta la meta per le nostre foto è Rocca de […]
  • MondovìMondovì Fotografare Mondovì è stato il passo successivo dopo Rocca de'Baldi durante il mio […]
  • Guerra e passato a TorinoGuerra e passato a Torino Ero fuori a godermi il piacevole primo sole di primavera, quando ho deciso di […]
  • Torino e i GargoylesTorino e i Gargoyles Nonostante sia nato e cresciuto a Torino solo ultimamente comincio a conoscerla, a […]