Torino al tramonto in Piazza Solferino

Si tratta di una delle piazze più famose e storiche di Torino, Piazza Solferino è situata nel trafficato centro cittadino e si presta a fare moltissimi tipi di foto differenti, dai monumenti ad altri dettagli insoliti, soprattutto negli isolati adiacenti.

Abito in una piccola strada proprio sul retro di piazza Solferino, ed un giorno mi sono meravigliato delle immagini riflesse dagli alberi sull’Atrium durante un tramonto.
Così mi sono andato a casa a prendere la mia Canon 450D ed ho iniziato a scattare le foto di Torino che vedete.

In questo caso ad affascinarmi al centro della piazza erano i padiglioni dell’Atrium, progettato da Giugiaro, e caduto subito in disuso dopo i Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006 per i quali è nato e che ha ospitato Sponsor Village, lo spazio in cui i principali sponsors delle olimpiadi si presentavano.

Foto gallery: immagini al tramonto in Piazza Solferino a Torino

Una costruzione sicuramente discutibile e non certo intonata alla piazza, ma che creava interessanti giochi di luci e riflessi di immagini.

La realizzazione di Piazza Solferino è iniziata nella seconda metà del diciannovesimo secolo, dopo lo smantellamento delle fortificazioni della Cittadella di Torino nel 1852.
La decorazione principale della piazza è la fontana “Angelica” con quattro gruppi di statue che si riferiscono alle quattro stagioni.

La fontana Angelica, posta nel 1930 e costituita da quattro gruppi di statue che richiamano le quattro stagioni. È stata voluta dal sindaco Riccardo Cattaneo. Fu costruita su disegno dello scultore Giovanni Riva anche grazie al finanziamento del ministro Paolo Baiotti e prese il nome dalla madre di quest’ultimo. In primo luogo si pensò di posizionarla davanti al duomo, in piazza San Giovanni, poi venne scelta piazza Solferino poiché rappresentava uno scenario migliore per contenerla.

La leggenda esoterica dice che tra le statue vi è una porta magica, una porta verso l’infinito, una curiosità riportata anche da un articolo uscito su USA Today.

Sempre nella piazza è presente  il monumento equestre a Ferdinando di Savoia-Genova quando, durante la Battaglia della Bicocca del 1849, dove venne ferito mortalmente il suo cavallo. L’opera venne realizzata dallo scultore Alfonso Balzico.

Si tratta di un soggetto molto interessante da fotografare, il cavallo ha una postura unica, in pratica è più un monumento al cavallo che al cavaliere,  spero a breve di dedicare una serie di scatti anche a questo soggetto decisamente unico.

NOTE:
Nel 2012 Piazza Solferino è stata completamente restaurata, non esiste più l’Atrium con i suoi interessanti riflessi (smantellato) ma un parcheggio sotterraneo; finalmente le piante possono di nuovo crescere liberamente e respirare. 

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin facebook pinterest instagram twitter

Condividi queste immagini

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

  • Anche se architettonicamente molto invasivo, a me non dispiaceva l’atrium…… ci sono stato giorni fà a prendere foto ai passanti, pioveva e mi sono protetto proprio sotto questi alberi mi piace la foto 7 dove però la MaF è sulla struttura, non sul riflesso, che risulta sfocato.

    ciao

    😀

Potrebbero interessarti anche queste foto...