Noli e i suoi colori

Noli è un piccolo e grazioso borgo medievale situato in Liguria, a circa 50 km da Genova, offre diversi soggetti per le foto, dal mare al borgo agli immancabili gabbiani.

La pittoresca cittadina, oltre a numerosi stabilimenti balneari privati ed una spiaggia libera, ha molte cose interessati da visitare, come i resti di antiche torri, un castello, e chiese romaniche.

Sono nato a ottobre e nel mese di giugno seguente, stavo già nuotando in questo mare, ho imparato a Noli prima a nuotare e poi a camminare. Ho trascorso su queste spiagge con i miei nonni le vacanze sino a quattordici anni, ho quindi bellissimi ricordi ed immagini di questo luogo nella mia memoria.

Foto gallery: immagini di Noli e dei suoi colori

In occasione di un weekend ho con gioia riscoperto questo bellissimo posto e fortunatamente ero pronto con la mia Canon 450D a fare un sacco di foto a Noli.
Era appena passata una tempesta, la luce ed i colori delle foto sono incredibili, sono decisamente soddisfatto del lavoro, un ottima luce ed un sacco di contrasti interessanti.

I ricordi di quegli anni a Noli sono davvero molti, sepolti, e piano piano riaffiorano disegnando una infanzia più che felice, oramai passata.
Sento che prossimamente non mancherà occasione per tornare a Noli e godere della spiaggia in estate ma preferisco comunque goderne e vederla a fine stagione, il momento migliore per fare le foto, verso fine settembre, quando il grosso dei villeggianti è già rientrato in città, quando gli stabilimenti balneari ritirano gli ombrelloni.

Ma oltre alle fotografie raccontiamo qualcosa del posto che già nel sesto e settimo secolo fu residenza di una importante comunità religiosa testimoniata da un battistero nella zona della chiesa di San Paragorio.

Sembra incredibile a vederla oggi ma Noli nel 1097 prese parte alla prima crociata, cosa che le fece guadagnare vantaggi politici e commerciali.
Nel 1192  la città raggiunse la completa autonomia comunale come Repubblica di Noli, divenne una delle Repubbliche Marinare e mantenne l’indipendenza sino al 1797.

L’espansione della Repubblica di Noli durò solamente sino al termine del quattordicesimo secolo quando il ristretto porto, che offrì rifugio e stabilità durante l’epoca medievale, risultò invece oramai inadeguato per gli importanti traffici commerciali dell’epoca.
Noli si trovò di fronte ad un isolamento marittimo e i marinai si trasformarono ben presto in semplici pescatori.

Per tutto il Cinquecento e il Seicento Noli e la sua piccola repubblica marinara conobbero difficoltà politiche interne ed esterne sino alla guerra napoleonica del 1797 che pose definitivamente fine alla sovranità di Noli.

Con la dominazione francese il territorio di Noli rientrò dal 2 dicembre 1797 nel Dipartimento del Letimbro, con capoluogo Savona, inglobando quindi l’ex repubblica nolese all’interno della Repubblica Ligure. Nel 1815 Noli fu inglobata nel Regno di Sardegna, così come stabilì il Congresso di Vienna del 1814, e successivamente nel Regno d’Italia.

Oggi Noli è un villaggio di pescatori sul mare ligure, una incantevole località che attrae tantissimi turisti e viaggiatori.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin facebook pinterest instagram

Condividi queste immagini

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

  • Molto ben fatte, complimenti 🙂

  • Bella serie, la mia preferita è l’ultima per composizione e attimo colto. Ciao, Raffaele

  • a me piace la 3… l’uccello fa le sue “faccende” completamente indisturbato…

  • Grazie di tutti i commenti su questo scorcio di Liguria!

    :mrgreen:

  • I gabbiani sono belli.

    Essendoci in quelle del mare una composizione di piani colorati orizzontali si potrebbe valutare con la porzione di cielo all’incirca simile a quella degli altri strati o poco più grande. L’ultima si potrebbe valutare un 16/9 escludendo un pezzo di spiaggia sotto, diciamo all’altezza della diagonale dei detriti scuri. saluti.

  • La mia preferita è la sesta, ma anche l’utima è molto bella

  • Quella dell’ombrellone è una bella foto peccato di aver mozzato l’ombra e poi avrei fatto un taglio orizzontale sempre con l’ombrellone a dx per la seconda la vedo un pò duretta, comunque un bel crop per esaltare l’oggeto che raccoglie le reti la parte a dx e poco importante.
    L’ultima è molto bella ti ci metto pure peccato perchè dico ciò il cavallone o onda o riccio come vogliamo chiamarlo mi distrae di non poco nell’osservare gli uccelli.
    La chicca della bici chiude il tutto.
    Bye. saluti.

Leggi tutti i commenti

Potrebbero interessarti anche queste foto...