Assaggi di fotografia in Corsica

La Corsica è davvero un posto spettacolare, dopo essere stato in Sicilia e Sardegna ecco questa terza grande isola, un altro soggetto ideale per una serie di foto paesaggistiche e non solo. Si tratta di un territorio ancora in gran parte libero dallo sfruttamento del mare e delle spiagge a cui assistiamo in Italia.

Raggiungibile da Savona in sei sette ore di nave la Corsica ha un mare bellissimo, con acque calde e trasparenti, nulla da invidiare alla mia amata Sardegna, ed è sicuramente un buon compromesso tra viaggio e costi.

La differenza la fa la geologia, e qui non entro nei dettagli per addetti ai lavori, ma mentre la Sardegna abbonda di paesaggi pianeggianti e di massicci cristallini erosi nella zona nord orientale della Corsica abbondano scisti e montagne aspre, rilievi duri tipici della geologia delle Alpi.

Foto gallery: immagini della Corsica

Un quarto del territorio, la fascia montuosa che attraversa l’isola, è stata destinata ad un parco naturale il che permette la conservazione di molte specie e di molta unicità di questo paesaggio, oltre ad essere fondamentale per il controllo degli incendi e per lo sviluppo del territorio.

Sull’isola non manca la cordialità ed il buon cibo e come potete vedere dalle foto si è trattato più che altro di riposo e relax, qualche foto ai paesaggi incantevoli e tanto tanto snorkeling nelle acque ricche di pesci.

Ho passato davvero ore infinite ad ammirare i fondali e le foto in Corsica sono state più un diversivo tra un immersione e l’altra che uno scopo.
In ogni caso avevo con me la Canon e l’obbiettivo zoom da viaggio, alcuni scatti decenti non sono mancati anche qui, soprattutto girando in auto nell’entroterra.

Le strade sono tortuose ma in buone condizioni, ed è sempre un piacere percorrerle ed inoltrarsi nell’interno.
Vi risparmio quindi immagini di spiagge e del campeggio, ho selezionato solo le foto della Corsica più meritevoli per geometrie, composizione, colori, atmosfera.

La zona che abbiamo scelto di visitare è stata principalmente quella di sudest, poco distante da Bonifacio, una zona di baie riparate e calde, come quella di Rondinara.
Merita decisamente di essere visitata anche l’Isola di Lavezzi, un area marina protetta davvero bellissima a sud di Bonifacio.

Il mare nello stretto tra Sardegna e Corsica non è affatto clemente, sovente vi sono correnti molto forti.
Ed ecco il perché a Lavezzi si trova un piccolo cimitero ed un memoriale relativo ad un naufragio avvenuto secoli fa su queste spiagge, forse tra le foto migliori fatte in Corsica  durante questo viaggio.

Come dicevo non poi è mancato qualche giro esplorativo delle zone più interne e gli ultimi giorni li ho spesi a visitare la costa ad est di Bastia, in modo da farsi un’idea anche della Corsica settentrionale, ricca di ottimi vini.

Ma quel è la storia di questi luoghi così vicini all’Italia eppure così differenti? Parliamo di un’isola, e questo fa la differenza, se poi vi associamo una natura del territorio fortemente accidentata scopriamo che la popolazione di qui, più montanari che marinai, è sempre stata davvero molto isolata e molto dura, potendo contare alla fine solo su se stessa.

A dispetto di ciò la posizione estremamente strategica della Corsica ha suscitato interesse di molti popoli che nei secoli l’hanno conquistata senza però davvero mai dominarla. Sono passati di qui nel corso dei secoli Liguri, Fenici, Greci, Etruschi, Romani, Vandali, Bizantini.

Nel 1195 con l’occupazione genovese sorse l’importante porto e fortezza di Bonifacio, nel 1420 con la conquista aragonese l’isola entrò a far parte del Regno di Sardegna e Corsica, nel 1487 l’isola tornò sotto il controllo genovese.

Tra il 1728-1755 ci fu un breve periodo di indipendenza, celebrato da molti intellettuali europei dell’epoca, nacque quindi la Repubblica Corsa, il primo Stato europeo a dotarsi di una costituzione moderna, scritta in italiano, che comprendeva persino il voto alle donne.

Nel 1764 la Repubblica di Genova chiese aiuto alla Francia di Luigi XV per riprendere il controllo dell’isola, ci riuscì, ma facendo questo si indebitò pesantemente e poco tempo dopo dovette cedere l’isola ai francesi a causa di una clausola di riscatto.

Lascia un commento

Seguimi sui social networks

linkedin twitter pinterest flickr 500px

Condividi queste immagini

- I campi contrassegnati con * sono richiesti ma il vostro indirizzo email non sarà pubblicato in nessun caso.
- Per ricevere gli avvisi in merito al commento non dimenticate di usare le checkbox!

Potrebbero interessarti anche queste foto...

  • Cannes astrattaCannes astratta Una breve pausa al mare, nei dintorni di Cannes, durante una lunga convalescenza […]
  • Geometrie della Torre EiffelGeometrie della Torre Eiffel Ed eccoci qui, alla meta più turistica ma immancabile della visita fatta a Parigi, […]
  • Catacombe di ParigiCatacombe di Parigi Non c'è che dire, le Catacombe di Parigi sono davvero uniche, un altra idea per delle […]
  • Camminando per ParigiCamminando per Parigi Si tratta di foto scattate durante un breve soggiorno a Parigi, immagini semplicemente […]
  • Torre Saint JacquesTorre Saint Jacques La Torre Saint Jacques è uno degli edifici più interessanti a cui fare foto Parigi, uno […]
  • Ayutthaya e la sua storiaAyutthaya e la sua storia Arrivai ad Ayutthaya, dopo alcune di ore di bus da Bangkok, lungo la direttrice […]